"Ritroveremo la strada
che ci porterà a ricongiungerci,
tu ed io,
in un posto quieto,
come fanno i cigni
che ritornano
per tutta la vita
allo stesso laghetto calmo."
Jeffrey Moore
Ritroveremo la strada 
che ci porterà a ricongiungerci, 
tu ed io, 
in un posto quieto, 
come fanno i cigni 
che ritornano 
per tutta la vita 
allo stesso laghetto calmo.
 

Jeffrey Moore

Ritroveremo la strada

che ci porterà a ricongiungerci,

tu ed io,

in un posto quieto,

come fanno i cigni

che ritornano

per tutta la vita

allo stesso laghetto calmo.

 

Jeffrey Moore

Se sbocciasse un fiore 
ogni volta che ti penso, 
ogni deserto ne sarebbe pieno….
 

 Kahlil Gibran

Se sbocciasse un fiore

ogni volta che ti penso,

ogni deserto ne sarebbe pieno….

 

 Kahlil Gibran

Saremo soli sulla terra. Bruceremo.

Sibilla Aleramo a Dino Campana

.

.

"Fa’ che la tua patria siano le parole, Itsik.
Falle diventare il tuo amore.
Ti giuro che, se lo farai,
non sarai mai senza una casa e non sarai mai disperato.
Ti alzerai ogni mattina sapendo che il mondo è tuo,
non importa in quale angolo ti sveglierai."
P. Manseau

.

eroswolf:


"Perseus"
Benvenuto Cellini’s 1545 bronze sculpture of Perseus with the head of Medusa on a square base with bronze relief.

.

Fuori da me,

nello spazio,

errante,

la musica dolente di un valzer;

dentro me,

profondamente nel mio essere,

la musica dolente del tuo corpo;

e in tutto,

vivendo l’istante di tutte le cose,

la musica della notte rischiarata.

Il ritmo del tuo corpo nel mio corpo…

Il dolce giro di valzer lontano,

titubante…

i miei occhi che bevono i tuoi occhi,

il tuo viso.

E il desiderio di piangere,

che giunge da tutte le cose.

 

 

Vinicius De Moraes

"Fuori da me,
nello spazio,
errante,
la musica dolente di un valzer;
dentro me,
profondamente nel mio essere,
la musica dolente del tuo corpo;
e in tutto,
vivendo l’istante di tutte le cose,
la musica della notte rischiarata.
Il ritmo del tuo corpo nel mio corpo…
Il dolce giro di valzer lontano,
titubante…
i miei occhi che bevono i tuoi occhi,
il tuo viso.
E il desiderio di piangere,
che giunge da tutte le cose."
Vinicius De Moraes

.

.

"La parola scritta ammansisce le passioni? O sottomette le forze della natura? O trova un’armonia con la disumanità dell’universo? O cova una violenza trattenuta ma sempre pronta ad avventarsi, a sbranare?"
 Il castello dei destini incrociati - Italo Calvino (via kite62) .